Perché Google Bard è inferiore a ChatGPT di Open AI: Personaggi e immaginazione

L'intelligenza artificiale (IA) è un campo in continua evoluzione, con giganti tecnologici come Google e OpenAI che guidano l'innovazione. Entrambi hanno sviluppato modelli linguistici all'avanguardia - quello di Google Bardo e OpenAI ChatGPT - in grado di generare testi simili a quelli umani. Sebbene entrambi siano innovativi a modo loro, c'è un fattore chiave che li distingue: il potere dell'immaginazione.


In questo contesto, l'immaginazione si riferisce alla capacità di un modello linguistico di adattare le proprie risposte in base a personaggi specifici, o "personas", e di essere ottimizzato per compiti o domini diversi. Sebbene entrambi i modelli possiedano notevoli capacità di generazione del linguaggio, è la capacità di ChatGPT di immaginare - di assumere personaggi e di mettere a punto le proprie risposte - che gli conferisce un vantaggio rispetto al Bardo di Google.


In questo articolo analizzeremo il perché di questa situazione e come questa "mancanza di fantasia" di Google Bard influisca sulla sua efficacia complessiva rispetto a ChatGPT.

Capire il potere delle personalità

Il concetto di "persona" nei modelli linguistici di IA si riferisce a un insieme di caratteristiche o attributi che guidano il comportamento e le risposte del modello. Come abbiamo discusso nel nostro precedente blog post, una persona ben realizzata può migliorare notevolmente la qualità dell'interazione con un'IA, rendendola più relazionabile, coinvolgente e personalizzata.


Ma perché questo concetto è così potente? In poche parole, le personas consentono a un modello linguistico di diventare un esperto in qualsiasi campo. Che si tratti di un guru del trivia, di un consulente finanziario o di uno scrittore di storie creative, le competenze definite nella persona daranno forma all'esperienza del modello di intelligenza artificiale.



Questa "immaginazione" consente ai modelli linguistici di intelligenza artificiale come ChatGPT di adattare le loro risposte in base al background, alla personalità, alle competenze, ai gusti e alle preferenze della persona, creando così un'esperienza utente più consapevole e simile a quella di un esperto.


Al contrario, la mancanza di questa capacità immaginativa in Google Bard ne ostacola la flessibilità e l'adattabilità, limitandone i casi d'uso e l'efficacia complessiva.

La flessibilità di fine tuning di ChatGPT e la mancanza di immaginazione di Bard

Il fine-tuning è il processo di addestramento di un modello linguistico pre-addestrato su un compito o un dominio specifico. In sostanza, affina le risposte del modello per renderle più precise e applicabili al compito da svolgere. La misura in cui un modello può essere messo a punto è spesso un fattore determinante per la sua utilità e versatilità.



Il ChatGPT di OpenAI si distingue a questo proposito, mostrando un notevole livello di flessibilità in messa a punto. ChatGPT può essere meticolosamente messo a punto per vari compiti, tra cui la traduzione linguistica, il riassunto, il completamento del testo e l'incarnazione di una persona. Ciò significa che ChatGPT può essere calibrato per "diventare" un personaggio specifico, assumendo tratti, competenze e background che migliorano l'interazione dell'intelligenza artificiale con gli utenti. Questa capacità crea un'esperienza utente più coinvolgente e personalizzata.


Al contrario, Google Bard, pur essendo un modello di intelligenza artificiale robusto, presenta limitazioni significative in termini di messa a punto e creazione di personaggi. Bard è stato progettato specificamente per compiti da sequenza a sequenza, come la traduzione linguistica, il riassunto di testi e la generazione di testi. A differenza di ChatGPT, Bard non è in grado di assumere personaggi o di essere messo a punto al di là di questi compiti iniziali.


Questa limitazione porta a una significativa carenza di Bard: la mancanza di immaginazione. L'incapacità di Bard di adottare un personaggio influisce sulla sua capacità di fornire risposte personalizzate e consapevoli del contesto. Senza la possibilità di "diventare" un personaggio o un esperto in un campo specifico, le interazioni di Bard sono più generiche e meno coinvolgenti.



Inoltre, Bard non ha la solidità necessaria per gestire conversazioni lunghe, mantenere il contesto e adattarsi a richieste mutevoli, capacità in cui ChatGPT eccelle. Questa distinzione è fondamentale per la creazione di un modello di intelligenza artificiale che possa impegnarsi in interazioni dinamiche e consapevoli del contesto, fungendo da assistente personale, da consulente esperto o da conversatore divertente.

Personaggi esperti in ChatGPT Vs. Google Bard

Per illustrare appieno la differenza tra ChatGPT e Google Bard, esploriamo uno scenario ipotetico.

Immaginiamo che un utente voglia interagire con un modello di intelligenza artificiale che incarni la figura di un analista finanziario esperto. Questo "analista" dovrebbe comprendere terminologie finanziarie complesse, conoscere le tendenze del mercato e fornire consigli sulla pianificazione finanziaria e sulle strategie di investimento. Inoltre, per essere veramente coinvolgente, il personaggio dovrebbe essere in grado di mantenere un tono professionale ma amichevole, fornire risposte personalizzate e mantenere un'interazione costante nel tempo.

Creare un personaggio analista finanziario con ChatGPT

Con ChatGPT, la creazione di questo personaggio è possibile. ChatGPT può essere messo a punto per incarnare il personaggio di un analista finanziario, con tutte le conoscenze e le competenze necessarie. Grazie a un'attenta progettazione dei prompt e alla specificazione dei tratti della persona, ChatGPT può essere guidato per rispondere con precisione alle domande di carattere finanziario, emulare il tono professionale e persino ricordare le interazioni precedenti per un'esperienza utente coerente. In questo modo, l'utente riceve una consulenza esperta e personalizzata in modo coinvolgente e coerente.

L'esperienza del Bardo

Al contrario, quando cerchiamo di creare un personaggio simile con Google Bard, ci troviamo di fronte a delle difficoltà. Bard, pur essendo in grado di rispondere a domande di carattere finanziario grazie al suo modello linguistico pre-addestrato, non è in grado di "incarnare" il personaggio di un analista finanziario. Le risposte, pur essendo concrete, possono mancare del tono professionale, dei consigli personalizzati e della capacità di mantenere la coerenza tra più interazioni. Inoltre, Bard fatica a gestire conversazioni lunghe e ad adattarsi a richieste mutevoli, il che ostacola ulteriormente la sua capacità di fungere da consulente finanziario personale.

Che si tratti di un assistente personale o di un consulente esperto, la potenza immaginativa di ChatGPT lo rende uno strumento versatile e potente nel regno dei modelli linguistici di intelligenza artificiale.

Perché l'immaginazione è importante nell'IA

In un mondo che si affida sempre più all'intelligenza artificiale, la capacità di un modello di intelligenza artificiale di "immaginare", di incarnare una persona e di mettere a punto le sue risposte non è solo una caratteristica interessante, ma è una vera e propria svolta.


Questa capacità immaginativa, incarnata da ChatGPT di OpenAI, consente interazioni più coinvolgenti, personalizzate e di livello esperto, migliorando significativamente l'esperienza dell'utente. Grazie a un'attenta messa a punto e all'implementazione strategica di personas, ChatGPT trascende i limiti di un modello linguistico AI convenzionale, evolvendosi in uno strumento in grado di soddisfare diverse esigenze in vari settori.


Sebbene Google Bard sia un modello di intelligenza artificiale formidabile di per sé, i suoi limiti diventano evidenti quando si tratta degli aspetti creativi e dinamici della creazione di un personaggio. La difficoltà di Bard nelle conversazioni lunghe, l'adattabilità a richieste mutevoli e, soprattutto, la sua mancanza di capacità di "incarnare" un personaggio, evidenziano le sue carenze rispetto a ChatGPT.


Alla fine, è chiaro che il futuro dei modelli linguistici dell'intelligenza artificiale non riguarda solo l'elaborazione delle informazioni o il completamento dei compiti: riguarda la creatività, l'adattabilità e l'immaginazione. È in queste aree che ChatGPT di OpenAI brilla veramente, aprendo la strada a una nuova era dell'intelligenza artificiale.

it_ITItaliano